A PHP Error was encountered

Severity: Notice

Message: Undefined index: HTTP_ACCEPT_LANGUAGE

Filename: core/MY_Controller.php

Line Number: 32

Stefano Schirato: Photojournalist -

Multimedia

Lost Souls

La cosiddetta “terra dei fuochi” è un’area in Campania, situata tra le province di Caserta e Napoli, tristemente nota per essere la zona più inquinata della regione, a causa di milioni di rifiuti tossici illegalmente sversati qui da oltre vent’anni.

Industrie nazionali e internazionali hanno smaltito illegalmente rifiuti pericolosi grazie ad accordi con politici locali e camorra, abbattendo così gli enormi costi di smaltimento.

I rifiuti non solo vengono sotterrati in campi utilizzati per l’agricoltura, ma anche bruciati provocando fumi tossici.

Teate - Chieti

Video di backstage girato durante la realizzazione delle fotografie per il libro Teate, Chieti - Architetture e Luoghi Identitari.

Ecce Homo

Ecce Homo è un ibrido multimediale a metà tra il cortometraggio dal carattere pubblicitario ed il visual story-telling. Una sperimentazione linguistica sul tema dell’emarginazione collettiva.
Le città cambiano volto, l’intercomunità è il futuro del tessuto sociale. Con questo prospetto l’antropologia sociale inizia a studiare il rapporto tra le diversità dei substrati culturali, perché le moderne migrazioni e l’aumento delle crisi internazionali partecipano a questo mutamento. 
Sono state scelte 4 tematiche specifiche (il rifugio politico, l’immigrazione, le nuove povertà, l’Aids) per fornire una chiave diversa di valutazione delle problematiche sociali moderne.

Il Multimedia realizzato da MOOD Photography, con le fotografie di Stefano Schirato, le riprese e il montaggio di Simone Cerio, la motion-graphic di Marco Di Vincenzo. La colonna sonora originale è di Alessio Felicioni.

Radan Inshallah

Il Sahara Occidentale è il territorio dove il popolo Saharawi vive da secoli. Questa zona, ricca di fosfati e coste pescose, è da sempre stata oggetto di mire espansionistiche, a cominciare dalla Spagna con la colonizzazione del 1884. Nel 1975, il Marocco ha illegalmente occupato il Sahara Occidentale con la “Marcia Verde” di 300.000 civili marocchini, seguita da bombardamenti al napalm e fosforo bianco. Metà della popolazione Saharawi è stata costretta a fuggire nei campi profughi nell’ostile deserto algerino -dove ormai vive “ospite” da 39 anni-, mentre il resto vive ancora nella propria terra natìa, sotto la brutale occupazione del Marocco, in quella che si può definire l’ultima colonia africana. La vasta area del Sahara Occidentale “occupata” è divisa da quella “liberata” dai Saharawi, attraverso il muro militare più lungo al mondo, costruito in più fasi dal Marocco: 2.700 km di sabbia, 150.000 militari marocchini e 5 milioni di mine antiuomo.

Pandas

di Silvia Nucini e Stefano Schirato.

Viaggio dentro una malattia che, secondo la medicina italiana, non è nemmeno una malattia. Si chiama PANDAS, causa ansia e iperattività. Ma basterebbe un antibiotico per combatterla.